Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

News

News

News dal network Degusta

Nella Motor Valley l’atteso festival diffuso della “Terra dei Motori”:  Ferrari, Maserati, Ducati, Lamborghini, Pagani, Dallara ed Energica in prima fila per la nuova edizione del Motor Valley Fest che per la prima volta apre la sua partecipazione ai brand internazionali dell’automotive. Un ricco calendario di appuntamenti fisici e digitali per il Motor Valley Fest 2021 di Modena con eventi, convegni, mostre in città e il nuovo circuito cittadino temporaneo certificato Aci Sport denominato “Arena Motor Valley” (Parco Novi Sad), il tributo alla storica Area 48 del Motor Show di Bologna e tanti eventi motorsport nei 4 autodromi regionali, insieme alla presentazione delle eccellenze enogastronomiche del territorio, capitanata dall’ambassador della Motor Valley: Massimo Bottura.L’appuntamento, con il festival diffuso della “Terra dei Motori” emiliano romagnola, è da giovedì 1 a domenica 4 luglio 2021 a Modena, città Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO e patria del grande Maestro Luciano Pavarotti.Un grande evento che racconta l’eccellenza…
La sfida giusta per chi pensa alla moto come stile di vita. La 1000 CURVE è una esperienza aperta a tutti dove non vince chi va più forte ma chi pianifica e gestisce al meglio le proprie scelte.  Percorrere migliaia di chilometri in sella a una moto non è mai stato possibile descriverlo... 1000 CURVE parte da questo principio… solo vivendola si può comprendere! La sfida giusta per chi pensa alla moto come stile di vita Mai o quasi mai una competizione può coinvolgere chiunque vi partecipi in un gioco competitivo dove l’acceleratore lo regoli tu, con il tuo stile di guida. Farsi tentare dalla frequentazione di cookies invitanti come cantine o birrerie artigianali per godere dell’ospitalità e della gioia di stare assieme o seguire una tabella di marcia che ha come scopo la vittoria è solo una questione personale. Di sicuro c’è solo la voglia di stare in competizione leale con la…
L’Oltrepò Pavese è una terra che sin dalla Preistoria venne abitata. Si alternarono popolazioni Galliche e tribù di Liguri, per poi arrivare ai conquistatori Romani. Fu la vicinanza con Pavia che avvicinò questo ampio lembo di terra, ora Lombardia, ai Longobardi che scelsero proprio Pavia come loro capitale. I secoli a venire, quelli relativi al Medioevo e poi all’età moderna furono l’ambiente temporale che vide le famiglie nobiliari territoriali protagoniste di battaglie e scontri per il controllo di quello che ancora oggi è un punto nevralgico per gli scambi commerciali. Non dimentichiamo che da qui, da Varzi, partiva la via del sale che raggiungeva Sori a pochi chilometri da Recco.Di quel lontano periodo troviamo ancora, come indiscussa testimonianza, numerosi castelli, Cigognola e Zavattarello, giusto per citarne alcuni. E poi, in un contesto storico più recente, gli eventi ci raccontano dell’annessione dell’Oltrepò al Regno di Sardegna avvenuta nel 1741: motivo per…
Un classico dell’estate al Corvatsch è la Via Gastronomica, una passeggiata che non richiede particolari esperienze, scandita dai piaceri e dai sapori della tradizione grigionese. Il pranzo itinerante prevede tre tappe e due itinerari possibili, di diverse lunghezze e livelli di difficoltà. Si parte a piedi dalla stazione a monte di Furtschellas e si arriva a Sils Maria passando per l’incantevole Valle Fex. La prima tappa e punto di partenza della Via Gastronomica è il ristorante di montagna La Chüdera, dove si comincia facendo una colazione o un antipasto. Da qui il tracciato più facile e breve porta in circa 2 ore all’Hotel Sonne Fex, dove viene servito il piatto principale a scelta tra quattro, tutti tipici dei Grigioni. Se si vuole combinare all’escursione culinaria anche la vista fantastica delle cime e dei laghi alpini del Corvatsch, si può prendere il sentiero più lungo e impegnativo, che in circa 5…
Attraverso l’attività di Luxury Mixology Consulting, Giorgio Rocchino - barman di fama internazionale - l’unica vodka al mondo 100% italiana distillata ben 7 volte, incanta il prestigioso mondo dello Yachting e dell’Hotellerie di lusso. L’inconfondibile eccellenza creata da Giulio Massimo Cario incanta gli ambienti più esclusivi della moda e dei Clubbing internazionali.Dopo aver stregato e ispirato l’estro di grandi celebrità e rinomati professionisti del mondo della mixology, l’ascesa di Fashion Diamond, nata dalla passione e dall’intuizione di Giulio Massimo Cario, non si arresta, ma continua spingendosi verso scenari sempre più esclusivi e da sogno per il jet set internazionale. L’unica luxury vodka 100% made in Italy, arriva a Montecarlo, nel cuore del Principato di Monaco, culla del lusso e del divertimento d’élite. A rimanerne incantato questa volta è stato Giorgio Rocchino, bartender di fama internazionale che proprio a Montecarlo ha costruito la sua straordinaria carriera, firmando cocktail memorabili presso realtà iconiche e prestigiose come il Café de Paris e…
Il 15 giugno riaprono al pubblico tutti i parchi divertimento della Riviera dell’Emilia Romagna, da quelli acquatici a quelli con attrazioni da brivido fino a quelli dedicati alla natura. Non mancheranno le novità: l’adrenalinico maxi scivolo M280 di Aquafan, il nuovo musical dell’estate a Oltremare, i maestosi squali toro all’Acquario di Cattolica, un’Italia in Miniatura tutta nuova per i suoi 50 anni. Sarà uno svago in sicurezza, i parchi adottano misure rigorose per garantire spensieratezza e tranquillità  Non è vera vacanza in Romagna, se non si passa almeno una giornata in un parco divertimento. Meglio naturalmente se le giornate sono di più. Le misure di sicurezza saranno garantite nella maniera più rigorosa per offrire spensieratezza e tranquillità: ingressi contingentarti, distanziamento, dispenser di disinfettante lungo i percorsi, sanificazione costante, obbligo di mascherina tranne che sulle attrazioni acquatiche (sulle attrazioni si potrà stare insieme se si appartiene allo stesso nucleo familiare). Per…
Ferrari inaugura un nuovo capitolo del ristorante Cavallino dando nuova luce alla location storica di via Abetone Inferiore, di fronte all'ingresso dello stabilimento di Maranello, grazie alla collaborazione con Massimo Bottura e l'architetto India Mahdavi.Ulteriore espressione della passione e dell’eccellenza del brand, questo luogo custodisce ancora oggi, tra le sue mura originarie, le emozioni, i successi e i ricordi che hanno segnato la storia della Ferrari, evocando le origini stesse dell'azienda e lo spirito pionieristico del fondatore Enzo Ferrari.Il Cavallino è un protagonista e un simbolo integrante della leggenda Ferrari fin dal 1942, qui Enzo Ferrari riceveva a pranzo i suoi collaboratori, i clienti e gli amici più stretti nella sala privata dove amava guardare il Gran Premio.La rilettura contemporanea di questo spazio riporta in prima linea l’iconicità e l'autenticità di un luogo della leggenda di Maranello. Il Cavallino abbraccia una visione di ospitalità per offrire a tutti la possibilità…
Mi presento: mi chiamo So di Buono e sono la nuovissima bevanda vegetale di Almaverde Bio.Ho un gusto DELICATO e NATURALE proprio COME PIACE A TE!Contengo Avena e Mandorle italiane. Sono perfetta per tutta la famiglia!Mettimi alla prova, vedrai che schiuma per il tuo cappuccino!Provami anche nelle tue ricette dolci o salate!! ?Cosa aspetti? So Di Buono - Bevanda Vegetale 750ml | Biologica2.99 €   2,69 €Acquistala SubitoSu Almaverde Bio Shop per ogni ordine superiore a €39 la spedizione è sempre gratuita! La forza di un marchioAlmaverde Bio Italia è un consorzio di produttori italiani nato nel 2000 da un sogno e da una scelta: ritrovare un rapporto più naturale ed evoluto tra l’uomo e la terra e portare i frutti di questo impegno sulle tavole degli italiani, sotto forma di cibo più sano, sicuro e buono. Almaverde Bio Ambiente SpA, è una delle 10 imprese dell'agroalimentare italiano con una comprovata esperienza nel…
Con il brand Re Pomodoro Margherita srl presenta una gamma di pizze “metodo a doppia lievitazione”, sia in versione fresca che surgelata, realizzata completamente a mano. Un prodotto premium con tutte le caratteristiche inconfondibili della migliore pizza italiana appena sfornata in pizzeria.Margherita srl, storica realtà di Fregona (TV) presenta Pizza Margherita Top, una novità assoluta, firmata Re Pomodoro, il brand che racchiude tutto il profumo e la fragranza della vera pizza italiana gourmet. Il top di gamma proposto è il prodotto che non c’era: la pizza “metodo a doppia lievitazione”, sia in versione fresca che surgelata, realizzata completamente a mano, capace di trasformare la cucina di casa, con pochi minuti di forno o in padella, in una vera pizzeria italiana di alto livello.La pizza “metodo a doppia lievitazione” è un prodotto di fascia premium dedicato a Grande Distribuzione, Ho.Re.Ca. e Retail, ma anche il mondo Bakery, con caratteristiche uniche: il doppio impasto con lievito madre a lievitazione 24 ore…

A poco più di un anno di distanza dall’apertura del suo apprezzatissimo DESSERT BAR MILANO, con cui ha inaugurato un nuovo modo di esprimere il dessert, il giovane e talentuoso Federico Rottigni, visionario creator e pastry chef dall’indole sperimentatrice e anticonformista, presenta “INSOMNIA – An unexpected tasting journey”, un secret show tutto da scoprire, un percorso multisensoriale senza precedenti, un viaggio sorprendente nel mondo delle visioni e dei sogni più reconditi. 
Entrate, accomodatevi, mettete da parte i cellulari. Il sipario si alza, lo spettacolo sta per cominciare.
“INSOMNIA” è un vero e proprio spettacolo teatrale d'avanguardia, un “dessert dining show” di intrattenimento e di interazione che reinterpreta in maniera contemporanea il ruolo dell’oste.  Federico Rottigni assume le vesti di un vero e proprio mattatore che, con l'ausilio delle attrezzature di scena, rompe la cosiddetta “quarta parete” e accompagna gli spettatori in un “unexpected tasting journey” fatto di sapori, musica, suoni, profumi e sensazioni. Uno spettacolo emozionale costruito intorno ai dessert e pensato per trasportare l'ospite in una dimensione altra, dislocata al di fuori del tempo e dello spazio, metafisica, surreale e sinestetica. Un’esperienza multisensoriale con cui il pastry chefmette sul piatto sé stesso e trasferisce agli ospiti quanto stimolato in lui da ogni singola creazione, condividendo ricordi, sensazioni e memorie di una vita trascorsa orgogliosamente da outsidere da anticonformista, alla costante ricerca del bello e del piacere. 

“INSOMNIA – An unexpected tasting journey” unisce le due attività che Federico Rottigni più ama fare al mondo: creare eccellenti esperienze gastronomiche e stare in mezzo alle persone, dando forza al rapporto umano e alla connessione con chi si ha davanti. Considerarlo meramente come il nuovo menù di DESSERT BAR MILANO, aperto a gennaio 2020, è riduttivo. Piuttosto, “INSOMNIA” ne è la naturale evoluzione, il perfezionamento della filosofia su cui si basa, che si fortifica e si articola giorno dopo giorno, in un processo di metamorfosi continua, una transizione inevitabile tra passato e presente, separati ma interdipendenti. 
Il menù di “INSOMNIA” si delinea come un’incredibile secret show che verrà svelato poco alla volta: cinque sono i “momenti”, ognuno dei quali costituisce una tappa diversa, intensa e sorprendente di un percorso di circa un'ora e mezza durante il quale il cliente diventa il protagonista di una storia che prende forma e avanza nella fantasia e nello stesso spazio che lo circonda, mentre le emozioni più recondite riemergono e si susseguono in una serrata cadenza; otto sono i posti a sedere, sviluppati attorno a un lungo bancone di marmo dove Federico, supportato dal suo staff, disegna ogni piatto davanti ai suoi ospiti. 
L'esperienza gastronomica è di altissimo livello da un punto di vista tecnico, intellettuale e percettivo, l'emotività è la protagonista assoluta. Ogni piatto nasce da un'emozione e viene costruito attorno ad essa, definendone successivamente gli elementi più pragmatici – ingredienti e sapori – che più possono descriverla e valorizzarla, ed è accompagnato ogni volta da un particolare drink, alcolico o analcolico a scelta dell'ospite, che riflette o completa il dessert. Con l'arrivo di ogni creazione, anche l'ambiente cambia, in un gioco di luci, suoni e profumi ideati dal pastry chef, in una fortissima sinestesia sensoriale. Per Federico la vera conquista del piacere passa per il 95% dal cervello, ed è solo stimolando tutti i sensi e contaminandoli tra di loro che può aiutare i suoi commensali a raggiungerlo. 
A costituire un piccolo assaggio di “INSOMNIA – An unexpected tasting journey” è il trailer, scritto da Federico Rottigni, Alessandro My e Giulia Achenza (che cura anche la regia).
https://vimeo.com/542695214
Una “pillola”, una serie di indizi, un'anticipazione stimolante del viaggio nel fantasioso mondo di Federico Rottigni nel quale il cliente sarà accolto. Nulla sarà svelato più del dovuto, “INSOMNIA” è qualcosa che solo vivendo si può comprendere in pieno.

“Right here, right now”
Coraggiosa, anticonvenzionale e decisamente fuori dagli schemi è anche la comunicazione che sta alla base di “INSOMNIA – An unexpected tasting journey”. Con la possibilità di esprimersi fisicamente con quanto per molto tempo è stato solo un'idea astratta, Federico Rottigni ha radicalmente cambiato l'approccio con il mondo dei social, che lo ha visto protagonista negli ultimi anni. 

«Ritengo che oggi troppo venga solo raccontato e forse neanche vissuto – racconta Federico – è giunto il momento di fare parlare quello che noi proponiamo e per poterlo fare devi essere qui e adesso!». Da qui la quasi totale scomparsa dai social e l'assenza di qualsiasi comunicazione esterna – stampa o video – delle sue creazioni. Nulla che porti il potenziale ospite a vedere o a pensare qualcosa che potrebbe non essere come Federico l'ha immaginata, o ad avere preconcetti, quasi a voler scrivere la storia su di un foglio bianco.
Il suo modo di comunicare è solo attraverso il “mood” che è in grado di suscitare ogni sua creazione, che d'altronde si presenta come un insieme di molti componenti – non solo culinari – e quindi impossibili da trasferire allo spettatore in toto.
Due esempi in tal senso sono “CROSTATA APPARENTE”, un dessert che nasce dall'idea di sintetizzare il ricordo del dolce della nonna per eccellenza, indelebile per tutti, utilizzando sapori e aromi che rimandano inconsciamente a quel momento, e “0,01% MYSELF”, una creazione “spaziale” e misteriosa, che prende ispirazione dalla connessione diretta e personale tra noi e l'universo.
Una scelta comunicativa sicuramente non convenzionale ma perfettamente coerente con l'idea che ruota intorno al concetto di “INSOMNIA”, una condizione imprescindibile a cui deve attenersi anche il cliente stesso, che sarà invitato a non realizzare foto e/o video. Il desiderio di Federico, infatti, è che ciascun partecipante sia completamente assorbito e coinvolto da ciò sta vivendo e non si lasci deconcentrare da elementi esterni e accessori, che possono fungere da ostacolo o distrazione. Solo affidandosi ai propri cinque sensi si potrà catturare e imprimere per sempre nella memoria i momenti che si susseguiranno nel corso dell’esperienza e che diventeranno così unici e irripetibili per ciascun partecipante, quasi a costituire una storia personale per ognuno, che si snoda da quello principale ma che ne mantiene inalterato il messaggio da veicolare.
Essenziale per la riuscita della rappresentazione è il luogo in cui essa prende vita. Un secret show come “INSOMNIA” non potrebbe essere tale senza un secret place in cui essere messo in scena, in grado di custodirne l'anima e di metterne in pratica la filosofia. Un legame viscerale e metonimico, quello tra “INSOMNIA” e DESSERT BAR MILANO, il luogo da cui il viaggio di Federico Rottigni è iniziato, che assume la funzione di intimo e moderno teatro in cui accogliere lo spettatore, invitato a prendere posto ed esperire con tutto sé stesso lo spettacolo che viene messo in scena. Un locale sobrio, minimale, posizionato a pochi passi dal centro di Milano ma allo stesso tempo nascosto agli sguardi più superficiali, volutamente poco appariscente ma comunque estremamente elegante e sofisticato. Un luogo autoreferenziale ma senza etichetta, con una personalità ben definita ma allo stesso tempo camaleontica, perfetto per fornire a ciascun “momento” lo scenario perfetto in cui essere vissuto nella tua totalità. In questo spazio, l'animo artistico e creativo del giovane pastry chef si materializza davanti ai commensali, dando vita a uno show unico costruito intorno ai suoi dessert. Il richiamo al mondo dello spettacolo si evince anche dall’architettura stessa del locale, in cui archetipici tipici del teatro vengono destrutturati e sintetizzati all'interno del locale, come le importanti tende color ottanio che disegnano un sipario ideale attorno all'esperienza gastronomica, in uno spazio impreziosito dalle tonalità di oro sulle sedute e nella posateria. Il lungo bancone di marmo bianco è stato costruito su misura per creare una distanza ideale tra gli ospiti e Federico, mantenendo la cosiddetta “distanza sociale” e garantendo ai commensali la propria intimità, seppur coinvolti attivamente nello spettacolo.  Il cibo è, in ogni caso, il protagonista assoluto, la cui importanza viene sottolineata anche dall’illuminazione, capace di modularsi a ogni creazione dando vita a un'atmosfera sempre nuova e diversa. 

BIOGRAFIA
Federico Rottigni nasce a Milano nel 1990. La sua infanzia è segnata da un grande amore per il cibo e per i lavori manuali e creativi, che lo portano a studiare grafica, illustrazione, cinema e fotografia. 
La sua più grande passione rimane comunque la cucina e così, poco più che ventenne, lascia gli studi alla NABA, la nuova Accademia delle Belle Arti, per perseguire il suo vero sogno. L'incontro con Gualtiero Marchesi segna il primo passo importante verso quello che sarà il suo futuro professionale: «Se vuoi diventare un bravo cuoco, prima diventa un bravo pasticcere. Quando domerai i processi e le materie con la tecnica di un bravo pasticcere, cucinare sarà uno scherzo» – gli consiglia il Maestro. Federico segue il suo consiglio e da quel momento la pasticceria non la lascia più. Intraprende uno stage di sei mesi nella pasticceria milanese di Ernst Knam, poi diventati due anni, e prosegue la sua formazione professionale a Villa Crespi, il ristorante due stelle Michelin di Antonino Cannavacciuolo a Orta San Giulio. Decisivo è il periodo a Palazzo Parigi, a Milano, dapprima al fianco di Carlo Cracco per l'apertura del ristorante all'interno dell'hotel, poi nel laboratorio di Pasticceria affiancando Pascal Piermattei. Gli anni più intensi della vita lavorativa di Federicosono stati all'Excelsior Hotel Gallia, a Luxury Collection Hotel, dove per due anni è stato Head Pastry Chef dello storico hotel, e al Château Monfort, Relais & Châteaux nel cuore di Milano, lavorando per la sede meneghina del ristorante Venissa di Burano (VE). La sua necessità di uscire dagli schemi e allargare i propri orizzonti lo porta poi a volare in Norvegia, dove lavora prima al Lysebu, un piccolissimo hotel di lusso nel cuore della foresta, e poi nella città di Oslo presso il prestigioso Hotel Bristol. Dopo dieci lunghi anni di “gavetta”, apre il Dessert Bar Milano. È solo qui in questo luogo, che lui ama definire “sospeso nel tempo”, che finalmente riesce a coniugare il suo passato e presente artistico e culinario in quello che sarà il suo futuro professionale. Il locale rappresenta l’evoluzione di Federico come pastry chef e come persona, il naturale prosieguo del suo percorso umano e professionale. Un luogo nato dal sogno e dalla volontà – figlia di un pizzico di follia e tanto coraggio – di esprimersi al 100%, finalmente libero da qualsiasi imposizione.

DESSERT BAR MILANO
Sito web: https://www.dessertbarmilano.com
Instagram: https://www.instagram.com/dessertbarmilano/
Facebook: https://www.facebook.com/dessertbarmilano

Avete mai scavalcato un muretto, un balconcino, una ringhiera? Noi, bambini di una volta, lo facevamo regolarmente, rincorrendo un pallone, giocando a guardie e ladri o più semplicemente per raggiungere un luogo che ai nostri occhi appariva “proibito”. Quante emozioni, quante corse sempre col fiato in gola e mai annoiati. E oggi? Oggi c’è ancora chi ama farlo scavalcando altezze ben più elevate come gli artisti “Scavalcamontagne”! Chi sono e che cosa hanno in comune con il Pettirossoe perché scavalcano? Robin, ovvero “Rob-In” significa “ROBiola e dINtorni” ed è il progetto promozionale di prodotti e territorio con a capofila il Consorzio di Tutela del formaggio Robiola di Roccaverano DOP. Un affascinante territorio che comprende 9 Comuni: Bubbio, Cartosio, Cossano Belbo, Loazzolo, Monastero Bormida, Rivalta Bormida, Roccaverano, San Marzano Oliveto e Vesime. 6 dei quali inclusi nel disciplinare di produzione della Robiola di Roccaverano DOP e altri 3 in cui si collocano le aziende produttrici degli…
Questo è l’anno utile per scoprire le meraviglie di “prossimità” e il Grand Tour delle Marche propone, da giugno a dicembre, ben 26 appuntamenti da non perdere giocati, nella massima sicurezza, tra cibo e manualità. S’inizia a Castelraimondo il 5 giugno e si chiude a Piobbico a dicembre, passando per una serie di iniziative che, attraversando l’intera regione, ne mostrano la caleidoscopica pluralità.Il Grand Tour delle Marche, premiato nel 2020 con il prestigioso Travel & Food Award, è organizzato da Tipicità in collaborazione con ANCI, Regione Marche e la partnership di Banca Mediolanum e Mediolanum Private Banking, insieme ai Comuni aderenti, agli Atenei di Camerino, Macerata, Ancona ed un pool di aziende partner del circuito.“Con la dimensione phygital - ha spiegato Angelo Serri, direttore di Tipicità - il Grand Tour delle Marche fa un significativo balzo in avanti. Di fatto, un’esperienza senza fine, grazie alla capacità che abbiamo maturato di dosare le esperienze in presenza fisica con le potenzialità…
Pagina 1 di 62

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv