Questo sito utilizza cookie tecnici per consentire la fruizione ottimale del sito e cookie di profilazione di terze parti per mostrare pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie clicca sul pulsante "Scopri di più". Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie

Durello? Un altro mito veneto!

Durello? Un altro mito veneto!

Uno spumante giovane e alternativo:

stuzzicante, dinamico, mai scontato, con un carattere vulcanico che lo rende unico al mondo. Questo è il Durello DOC dei monti Lessini, un vino unico per natura che fa sempre la differenza. Per poter dire di comprendere la naturale unicità degli spumanti italiani occorre prima scoprire un vitigno autoctono con caratteristiche molto speciali: un territorio che racchiude in sé l'antica tempra della creazione e una mentalità produttiva in cui l'innovazione non è contrapposta alla tradizione: ne è l'energia.

Il Durello proviene dall'area dei monti Lessini, contigua alla zona Soave (VR) atavico terreno vulcanico, ricco di ferro e magnesio, terra che conferisce al vino mineralità, freschezza e sapidità. Viene dall’uva Durella dei vitigni autoctoni, è vite antica e rustica che dona acini dorati la cui caratteristica fondamentale è il tipico sapore acidulo ed una buccia spessa e ricca di tannini: sostanze polifenoliche che contribuiscono tipicamente a determinare la struttura corposa, normale dei vini rossi. Quando si parla di vitigni autoctoni si intendono le varietà di vitis vinifera che si sono adattate in maniera molto specifica ad un particolare territorio, grazie a secoli di selezione naturale e umana. Per questo i vitigni autoctoni sono in grado di leggere in profondità il loro ambiente naturale trasmettendo al vino la sua identità unica. La Durella è attestata sui Monti Lessini almeno fin dal Medioevo. Mille vendemmie sembrano poche, ma significano mille anni di adattamento a questo terroir, mille anni per esprimere al massimo la natura degli spumanti Lessini Durello.

Realisticamente il Durello è un vino ancora non molto conosciuto, ma che si va sempre più affermando nel panorama dei vini veronesi, già ricco di importanti nomi quali Amarone, Valpolicella e Soave. Tra questi "pesi massimi", il Durello è forse il vino più trascurato, ma anche quello con maggiori potenzialità di sviluppo e che negli ultimi anni ha mostrato la maggiore vitalità. Tra le “bollicine” si presenta come ottima alternativa al (l’inflazionato…) Prosecco: fresco, profumato, giovane, ha una spuma fine e persistente, colore giallo paglierino con riflessi verdi, è vinoso, delicato e leggermente fruttato, ha leggere note di vaniglia e sapore piacevolmente acidulo e armonico. Vi è anche la variante “ferma”, il Monti Lessini Durello Tranquillo, nella versione Superiore, con gradazione alcolica maggiore di 11,50. Per accompagnare i dessert, vi è poi il Monti Lessini Durello Passito, prodotto con uva Durella lasciata appassire per almeno quattro mesi. Nel 1997 è nato il Consorzio del vino Lessini Durello, che riunisce i produttori e contribuisce alla valorizzazione non solo del vino, ma di tutto il territorio, con la creazione della Strada del Vino Lessini Durello. Da assaggiare in ogni occasione…

 

Gianfranco Leonardi

Condividi sui Social

Submit to DeliciousSubmit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to StumbleuponSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Rivista mensile cartacea e Ipad - Newsletter quindicinale - Trasmissione tv - Eventi live

Tipicità e turismo enogastronomico, cucina del territorio, ristoranti e ristoratori, chef, vini e vigneron, hotellerie, itinerari turistici, trend di mercato, cultura e lifestyle.

Contatti

Degusta Srl
Via Francesco Cilea, 10
40141
Bologna (BO)
PI 03533051201
marketing@degusta.tv