Champagne, la scala dei Cru...!

La zona Champagne è classificata secondo un metodo detto Echelle des Crus (scala dei Cru). Questa classificazione fu stabilita nel 1911 sulla base della qualità di ogni singolo Cru e della sua distanza dal cuore commerciale della Champagne, Reims ed Epernay. Essenzialmente il sistema classifica i diversi comuni della Champagne in base al valore commerciale delle uve coltivate nel comune stesso ed è espresso con un valore percentuale.

I comuni sono classificati in tre categorie: Grand Cru (100%); Premier Cru (90-99%) e Cru (80-89%).

Il valore percentuale definisce il valore di acquisto delle uve in base al prezzo stabilito dal CIVC (Comitè Interprofessionnel du Vin de Champagne), ciò significa che le uve provenienti da un comune Grand Cru la cui classificazione è 100% saranno pagate esattamente il prezzo stabilito, mentre le uve provenienti da un comune classificato come Premier Cru al 93% (Hautvillers), saranno pagate per il 93% del prezzo. Per la vendemmia 2009 quindi, il prezzo delle uve per i comuni classificati Gran Cru era fissato ad Euro 5,43 quindi, per esempio, un kg di uva chardonnay per produrre un Blanc de Blancs a Mesnil Sur Oger (comune Grand Cru) sarà stato pagato Euro 5,43 mentre quelle provenienti da Hautvillers (comune Premier Cru 93%) saranno state pagate Euro 5,04 al kg. Attualmente sono 17 i comuni classificati Grand Cru, 41 Premier Cru e i restanti 255 come Cru. I 17 Grand Cru della Champagne sono: Louvois, Bouzy, Ambonnay, Verzy, Verzenay, Mailly, Beaumont sur Vesle, Sillery, Puisieulx, Aÿ, Tours sur Marne, Oiry, Chouilly, Cramant, Avize, Oger e Mesnil sur Oger.

Condividi con i tuoi amici!